"Quest'isola aspra, forte, impervia, questa granitica, alta fortezza sopra il mare d'una bellezza impareggiabile, pura come un'alba del mondo, questa roccia di caverne di luce e di smeraldo, questa terra delle acque e delle erbe, del timo, del lauro, del mirto, delle api e del miele, degli uccelli, profondamente s'incide nel cuore nella memoria di chi va e di chi resta": cosí lo scrittore Vincenzo Consolo descrive in modo mirabile la splendida isola di Marettimo..

FORTUNATA ALIOTTI (detta Nadia foto di MAX FIRRERI)

Nadia

Titolare e cuoca del locale é un'autodidatta. Ha appreso l'arte del cucinare attraverso la tradizionale cucina casalinga della nonna e della madre. Negli anni di attivit$aacute ha acquisito ulteriore esperienza e di recente ha frequentato un corso di cucina, dal titolo "Antichi sapori, nuove emozioni" - organizzato dall'Istituto Autonomo Comprensivo di Favignana in collaborazione con le sorelle Maria e Giovanna Gruccione decane della cucina nelle nostre isole - che le ha dato l'opportunitá di approfondire la conoscenza dei piatti tipici dell'arcipelago delle Egadi. Ha partecipato ad importanti programmi televisivi di cucina come TG5 "Gusto" ed Alice di Sky dove ha spiegato la preparazione di alcune ricette.
Spesso organizza dei brevi corsi con la spiegazione delle fasi lavorative dei piatti che prepara nel locale. Alcune ricette di Nadia sono state pubblicare nel libro di Antonino Rallo "Calamari giganti"


VITO VACCARO

Il marito

si occupa della parte organizzativa . Spesso cura le iniziative culturali nel locale e gli eventi promossi anche con L'Associazione C.S.R.T. "Marettimo" di cui, assieme ad altri, é socio fondatore. Al Carrubo si sono presentati libri e pubblicazioni, momenti letterari con lettura e recitazione di poesie e prosa, eventi musicali sia di musica Jazz che di folk siciliano seguiti da aperitivi e degustazioni di prodotti tipici locali e vini del territorio trapanese.









PAOLINO VACCARO

Il giardiniere

il proprietario del giardino dove é ubicato il locale e dove, con passione, coltiva le essenze aromatiche che vengono utilizzate per la preparazione dei piatti. Cura l'orto tipico isolano, sul terreno che fu un "jardino" marettimaro, antico frutteto isolano coltivato a pesche, prugne, "sbergi" (peschenoci) fichi, fichi d'India, gelsi, mandorle ecc. Adesso rimane qualche traccia delle antiche colture. Fichi, fichi d'India, i capperi, la menta, la rucola, basilico, prezzemolo, timo e rosmarino - frutti e aromi che deliziano il palato dei frequentatori del locale.







Per informazioni sull'apertura del Museo, sui sentieri percorribili, sui limiti della riserva e sulle possibilitá di soggiorno nell'Isola, sono disponibili C.S.R.T. "Marettimo"
via Campi 3, 91010 Marettimo (TP). o per fax 0923 923000